STAGE SUL BUFFONE con Emmanuel Gallot Lavallée

buffoni ok

Stage intensivo
I BUFFONI
Condotto da Emmanuel Gallot-Lavallée

Sabato 24 Febbraio e Domenica 25 Febbraio 2018
Sabato dalle 10,00 alle 18,00 (un’ora di pausa pranzo)
Domenica dalle 10,00 alle 18,00 (un’ora di pausa pranzo)
Spazio Gene’ 5, Via Gene’ 5, Torino
Info: collettivoscarpetterosse@gmail.com / 3331234272

“Diversa è la risata umoristica quando si ride di se stesso, dalla risata ironica e distruttrice quando si ride di qualcuno. Nel primo caso siamo nel mondo del clown che subisce le burrasche della vita. Nel secondo caso siamo nel mondo dei buffoni: loro si divertono a spese degli altri e si beffano dei drammi dell’esistenza.” “Clown Celeste. Pedagogia creativa per un teatro comico” Emmanuel Gallot-Lavallée, Cartman Edizioni, 2010

I buffoni, esseri deformi dagli enormi ventri, grandi natiche e tortuose gobbe, si muovono in branco, groviglio di corpi e simbolo di viscerale complicità. La formazione di un branco di buffoni necessita di un andamento ritmico inquietante, di apparizioni improvvise e fughe divertite.
Pur risalendo storicamente al buffone delle corti medievali, è in Shakespeare che il “fool” trova la sua connotazione drammatica e metaforica che ci permette di collocare questo personaggio all’interno del panorama drammaturgico ironico e grottesco. Un’analisi puntuale dell’arte figurativa di Bosch e Bruegel darà modo all’allievo di cogliere meglio “l’immaginario” di riferimento, mentre l’inferno dantesco e le antiche ambientazioni bibliche, saranno alcuni dei referenti epici e narrativi.
Emerge una dura accusa ad una società governata da re buffoni e un’arte della crudeltà e della beffa, anima nera ma sincera dell’umanità.
La scelta della propria deformazione, che influenza camminata e psicologia, è il primo passo che l’allievo compie verso la costruzione del proprio personaggio. Segue la realizzazione del costume di scena. Una volta assemblati, i costumi, di grande suggestione scenica, ampliano e modificano i corpi degli attori, calandoli in una dimensione temporale che ricorda il tenebroso fascino del gotico e del suo lusso decadente.

Programma di studi:
– La Deformazione
– Il Branco buffonesco
– Il Grande Prete
– La Parodia
– Uso della voce: ridere, piangere
– Alterazione del parlato
– E. A. Poe; Shakespeare (Riccardo II, King Lear); le profezie (Apocalisse).
– Studio sulle pitture di Bosch e Bruegel
– Gli spazi del grottesco
– Rapporto tra comicità e ironia

Materiale:
Calze (collant), anche vecchie e/o rotte.
Cuscini e/o stracci/tessuti per creare imbottiture
Scarpe da ginnastica.
Vestiti comodi
Un quadernetto classico per scrivere.

Sabato 24 Febbraio e Domenica 25 Febbraio 2018
Sabato dalle 10 alle 18 (un’ora di pausa pranzo)
Domenica dalle 10 alle 18 (un’ora di pausa pranzo)
Spazio Gene’ 5, Via Gene’ 5, Torino
Info: collettivoscarpetterosse@gmail.com / 3331234272

BIOGRAFIA DEL DOCENTE
Emmanuel Gallot-Lavallée, ex-assistente alla Scuola di Jacques Lecoq, ivi formato come attore e pedagogo, è regista e insegnante teatrale, attore e pittore diplomato in “Pedagogia Teatrale” e specializzato in “Analisi del Personaggio” e “Teatro comico dell’arte”. Ha insegnato in Svizzera fino all’81 “Improvvisazione teatrale” alla Scuola del clown Dimitri. Nel 1981, tornato a Parigi, ha creato con Silvia Marcotullio la compagnia teatrale “Circo a Vapore”, e nel 1984, a Roma, sempre insieme a Silvia Marcotullio e Fiammetta Bianconi ha fondato la Scuola Internazionale di Teatro. Dall’84 ad oggi ha tenuto seminari, stages e laboratori teatrali di formazione professionale e di specializzazione in Italia e all’estero per attori, operatori culturali, associazioni, compagnie teatrali e insegnanti. Ha creato la Scuola Circo d’Abruzzo, scuola di teatro e… di vita, e lavorato nella formazione di clownterapia e clown d’ospedale e realizzato degli interventi teatrali nelle tendopoli dell’Aquila. Nel 2010 ha creato l’Ecole des Clowns, scuola dedicata al mondo del circo e alla presenza fragile del clown.

Rispondi