COSA PUO’ ACCADERE QUANDO…(l’IntervistAttrice)

dsc_1417-settimanastrampalatalocandina_2013_small

Domenica 26 Luglio h.20,40
Centro Studi Sereno Regis
Via Garibaldi 13, Torino
Partecipazione libera.

Interviste e serate di condivisione
a cura di Thuline Andreoni, IntervistAttrice

Cosa può accadere quando una donna vaccinata che ha superato da anni la soglia dei trenta, col terrore del viaggio in estremo e solitario, nutrito da paranoie della serie “come mi asciugo i capelli?”, “niente ghiaccio nel bicchiere, grazie non so dove prendete l’acqua” e “saranno lenzuola pulite?!?”, ecco, cosa può accadere quando una domenica sera una donna così, che vede persino l’Ikea “troppo lontana!”, incontra due come sono invece Paola e Andrea, due “viaggiattori”, due artisti nati con la valigia incorporata (o meglio,con lo zaino), che dal 2012 ogni estate si sottopongono con grande coraggio e spirito gioioso ad un’esperienza unica e avventurosa in giro per l’Italia….”Mettiti nei suoi panni”!

Una settimana in giro per l’italia, decidendo volontariamente di partire senza portafoglio, senza telefono per chiamare (ma solo un apparecchio per aggiornare in tempo reale il blog dove condividono ogni istante della loro avventura), senza riferimenti sicuri, chiedendo ospitalità e cibo dove capita, per caso o per fortuna, in cambio di letture teatrali ed azioni artistiche, esperienza e sapienza.
Mettiti nei suoi panni!

“semplicemente lo si accoglie e lo si fa star bene”

https://attioscene.wordpress.com/progetti/mettiti-nei-suoi-panni/panni/

Thuline Andreoni IntervistAttrice con Paola Parini e Andrea Atzeni della compagnia teatrale “Atti o Scene in luogo pubblico”
A seguire la proiezione del documentario:
“Mettiti nei suoi panni”.
Vino e Taralli per condire il tutto.

Un sentito ringraziamento al Centro Studi Sereno Regis, per l’ospitalità offerta alla serata.

AMLETO ALLA PROVA

locandina amleto

Associazione Culturale Scarpette Rosse e Associazione Comala
presentano
AMLETO ALLA PROVA
 
1,2,3,4 Luglio ore 21:00
 
Corso Ferrucci 65/a, Torino 
c/o Polo Creativo 3.65


Restituzione finale del laboratorio “Si può fare! Gestazione per-formativa dell’Amleto di Shakespeare”.

Per quattro sere consecutive, le allieve e gli allievi del laboratorio teatrale di Scarpette Rosse si alternano nei ruoli e nelle parole del grande testo di Shakespeare, dando vita ad una concertazione caleidoscopica di voci e azioni, che ricerca nel teatro un senso del fare e dell’esistere.
La ricerca di qualcosa che sa di rivelazione e che sfugge, perennemente.
La ricerca di qualcosa che il teatro da solo non può dare, se non come grande illusione, recando con sé la disfatta di tutti.
La ricerca di qualcosa che ha bisogno di esseri viventi che sentono e non giudicano, di un’umanità che sappia stare insieme e raccontare per vivere.

E non vivere per raccontare…
Bella sfida.

 
Regia
Thuline Andreoni
Assistente Regia
Federica Tripodi
Con
Annamaria Balsamo
Laura Bonanate
Serena Bongiovanni
Marco Brunazzi
Nicola Caputo
Enrico Bricarello
Galina Gonzalez
Davide di Gregorio
Elena Formantici
Giulio M. Mantello
Morena Pergola
Lucrezia Scalzotto
Franca Treccarichi
Info e prenotazione obbligatoria: 3331234272

Contributo suggerito all’ingresso: 4 euro

(contributo esclusivamente devoluto per i lavori di ristrutturazione del Polo Creativo ad Associazione Comala.)

ULTIMO CERCHIO DI LETTURA PUBBLICA PARTECIPATA PRIMA DELL’ESTATE 2015

foto cerchio 2

Associazione Scarpette Rosse
presenta
QUATTORDICESIMO CERCHIO DI LETTURA PUBBLICA PARTECIPATA

Venerdi 12 Giugno 2015 ore 18: 00
Piazzale Valdo Fusi- Torino

Si leggono opere di Olive Schreiner, una grande autrice Sudafricana vissuta agli inizi del 1900, pacifista, femminista e attivista contro il razzismo. Conosciamola e diffondiamo ciò che a scritto in piazza, ad alta voce!

La seconda edizione di “Voci Fuori dal Cerchio- Il cerchio delle parole in azione” propone un ultimo cerchio di lettura pubblica partecipata prima dell’estate. Evento finalizzato a contaminare le strade e le piazze pubbliche di Torino con la lettura ad alta voce di testi che riteniamo importante diffondere nell’aria. Si tratta di una lezione pubblica di lettura ad alta voce tenuta da due attrici professioniste, associata alla lettura a prima vista dei testi da parte di ogni partecipante che diventa così co-creatore di un evento artistico, politico e sociale dove poter affermare ed esercitare il diritto e il dovere d’ogni cittadino d’essere attore e motore di cambiamenti sociali, politici e artistici.

Condotto da Thuline Andreoni e Federica Tripodi

Partecipazione libera, offerta a cappello.

Il progetto:

VOCI FUORI DAL CERCHIO/ Il cerchio delle parole in azione

Ci riuniremo in cerchio due volte al mese in luoghi pubblici e di passaggio per leggere ad alta voce le pagine di grandi sagge/i di tutti i tempi.

Una sorta di flash-mob di apprendimento e condivisione di contenuti.

Per“sagge/i” intendiamo donne e uomini che hanno donato al mondo parole di rara umanità, che hanno ispirato e incoraggiato grandi cambiamenti di prospettiva storica, sociale e spirituale. Leggeremo anche“saggi” di filosofia, storia, arte e scienze, la cui lettura venga ritenuta significativa da parte del cerchio.

Il cerchio sarà guidato da due attrici professioniste il cui compito sarà di trasmettere le tecniche necessarie alla lettura pubblica dei testi, lavorando sulla lettura a prima vista e sugli strumenti basilari dell’attore: immagini chiare, presenza e voce.

Parleremo di respirazione profonda, utilizzo consapevole del diaframma, emissione vocale, timbri, volume, ritmo. Ogni partecipante ai cerchi potrà sviluppare il proprio stile, in base alla propria sensibilità e personalità.

Il nostro scopo è diffondere nell’aria parole utili tramite un’azione un po’ surrealista e votata alla bellezza.

Il cerchio è sempre aperto a chi vuole unirsi.

Ogni incontro durerà un’ora.

La partecipazione è gratuita con offerta libera a cappello.

Si cercano:

– Donne e uomini di qualsiasi età e nazionalità che vogliano partecipare a uno o più cerchi di lettura.

– Spazi di fruizione pubblica per l’ospitalità invernale: biblioteche, sale comunali, circoscrizioni, centri di aggregazione giovanile, centri d’incontro, Asl, ospedali, bocciofile comunali, stazioni ferroviarie, musei, librerie, bar

Durante la bella stagione è prevista l’azione nelle piazze e nei parchi di Torino. Si raccomanda di portare uno sgabello (quelli da campeggio sono perfetti) o un cuscino.

Quando: primavera 2015
Dove: cerchi itineranti per la città di Torino
Conduttrici: Kèvi Thuline Koclìs e Federica Tripodi
Fotogallery dell’edizione 2014: http://lettureincerchio.wordpress.com/foto-dei-cerchi/
Info info@associazionescarpetterosse.it

Saggio Teatrale del Laboratorio Over 60 “Teatro dell’Immortalità”

LOCANDINA

Associazione Culturale Scarpette Rosse
In collaborazione con
Associazione Culturale Comala
Associazione Culturale Fuori Casa

presentano

LA DONNA DAI MILLE VOLTI
liberamente tratto da “L’Affare Makropulos” di Capek

Saggio di fine anno del laboratorio Over 60
Teatro dell’Immortalità

Mercoledi 10 Giugno 2015, ore 21:00
Corso Ferrucci 65/a Torino c/o Polo Creativo 3.65

Con Carla Bergero, Ines Cravero, Anna Ferrero, Giovanna Moglia, Luisa Tavano, Giancarlo Tommasi,
Virginia Rossi, Marisa Zirilli.

Regia di Thuline Andreoni

Hieronymos Makropulos, uno dei tanti alchimisti e distillatori che affollavano la corte praghese di Rodolfo II, appronta per il sovrano un elisir di lunga vita capace di mantenerlo immortale e giovane per trecento anni. Ma Rodolfo, temendo che sia veleno, vuole che sia la sedicenne figlia dell’alchimista a provare per prima l’aurum potabile…

Oggi Emilia Marty ha più di trecento anni ed è sfinita dall’immortalità che sovverte i valori morali e inaridisce i sentimenti. La gioia di vivere nasce dalla coscienza della brevità della vita. Una vita troppo lunga ingenera tedio e disgusto.

“L’uomo non può amare per trecento anni. Né sperare, né creare, né osservare per trecento anni. Non ce la fa.Tutto viene a noia. Sia l’esser buoni che l’esser cattivi. Cielo e terra vengono a noia. E poi ci si accorge che in realtà non c’è nulla. Nulla. Né il peccato né il dolore né la terra, assolutamente nulla”.

Angelo Maria Ripellino, prefazione a “L’affare Makropulos”, Einaudi 1993

Partendo dallo studio drammaturgico dell’opera tragicomica, ironica e tagliente“L’affare Makropulos” di Karel Capek,
abbiamo allargato il campo di riflessione intorno al tema dell’immortalità. Durante l’anno abbiamo raccolto testi e riflessioni sul tema dell’eterno vivere, abbiamo indagato la natura dei personaggi dell’opera di Capek e costruito delle maschere per cercare quanto di archetipico ed immortale vi è in questo materiale drammatico. Condivideremo in teatro le nostre domande, le nostre ricerche e riflessioni grazie al tentativo fondamentale di raccontare una storia, in modo forse da renderla eterna almeno per il tempo del nostro Spettacolo…

Info e prenotazioni
3331234272

Contributo consigliato per lo spettacolo: 4 euro devoluto ad Associazione Comala, finalizzato ai lavori di ristrutturazione del Polo Creativo 3.65

RIPARTE VOCI FUORI DAL CERCHIO 2015

foto thul cerchio

QUATTORDICESIMO CERCHIO DI LETTURA

Venerdi 15 Maggio 2015 ore 18: 00
Piazzale Valdo Fusi- Torino

Partecipazione libera, offerta a cappello

La seconda edizione di “Voci Fuori dal Cerchio- Il cerchio delle parole in azione” riparte per contaminare le strade e le piazze pubbliche di Torino con la lettura ad alta voce di testi che riteniamo importante diffondere nell’aria. Ogni partecipante diventa co-creatore di un evento artistico, politico e sociale dove poter affermare ed esercitare il diritto e il dovere d’ogni cittadino d’essere attore e motore di cambiamenti sociali, politici e artistici.

Si leggono opere di Olive Schreiner. In particolare ci soffermeremo su “Sogni”

Precedenti cerchi della seconda edizione 2015

TREDICESIMO CERCHIO DI LETTURA
All’interno di “Torino che legge” in collaborazione con Spazio+4

Giovedi 23 Aprile 2015 ore 17,30
Piazzetta Paravia c/o Spazio +4, Torino

Si leggono opere di Elsa Morante, in particolare ci soffermeremo su “La Storia”

DODICESIMO CERCHIO DI LETTURA

Venerdi 13 Marzo 2015 ore 18:00
Largo Montebello, Torino

Questo cerchio pubblico di lettura partecipata è dedicato alla morte di Mihail Gatu, deceduto per il freddo nel mese di Febbraio 2015 sulle panchine di Largo Montebello a Torino, dove dormiva. E come per lui, è dedicato anche a tutte le persone, sempre più numerose, che perdono la casa o che non l’hanno mai avuta.

Leggeremo opere di Maksim Gor’kij, in particolare ci soffermeremo su “L’Albergo dei Poveri”.

Offriremo una simbolica veglia funebre con letture e musica, fiori e colori, a chi non ne ha mai avuta, celebrando in primo luogo la possibilità di solidarietà tra gli esseri umani e ricordando, con la lettura ad alta voce dei testi di Gor’kij, la responsabilità d’intervento delle istituzioni.

Conduttrici: Thuline Andreoni e Federica Tripodi (Associazione Culturale Scarpette Rosse)
Consulenza letteraria: Marco Brunazzi
Selezione testi: Isabella Privitera

Info: ass.cult.scarpetterosse@gmail.com

L’INIZIATIVA DI “VOCI FUORI DAL CERCHIO-Il cerchio delle parole in azione”

Ci riuniremo una volta al mese in luoghi pubblici e di passaggio, una sorta di flash-mob di apprendimento e condivisione di contenuti.

Il cerchio sarà guidato da due attrici professioniste il cui compito sarà quello di trasmettere le tecniche necessarie alla lettura ad alta voce dei testi tramite una lezione pubblica di Dizione e lettura a prima vista.
Le due attrici incoraggeranno lo sviluppo nei partecipanti degli strumenti base dell’attore e dell’attrice: immagini chiare, presenza e voce. Parleremo di respirazione profonda, utilizzo consapevole del diaframma, emissione vocale, timbri, volume e ritmo. Ogni partecipante potrà sperimentare un proprio stile, in base alla propria sensibilità e personalità

L’evento si svilupperà in due parti, la prima parte da Marzo a Giugno 2015, la seconda da Ottobre a Dicembre 2015.

La partecipazione ai cerchi è libera ed ogni partecipante può portare, se lo vuole, un testo che desidera leggere ad alta voce, purchè l’autrice/l’autore siano scomparsi da più di 70 anni e sia rispettato l’intento di diffondere nell’aria parole utili a promuovere i diritti fondamentali dell’essere umano. Un’azione surrealista votata alla bellezza, che auspica la maturazione di una società organizzata secondo criteri non gerarchici e basata su principi di condivisione e collaborazione, rispetto reciproco e libertà individuale.

Il filo rosso di questo primo periodo di cerchi di lettura (da Marzo 2015 a Giugno 2015) trae materiale utile alla riflessione civile dalla tradizione letteraria del romanzo sociale. Ogni cerchio sarà principalmente focalizzato sulla lettura di brani tratti da un’autore/autrice di riconosciuto impegno sociale, oltre ai testi che i partecipanti vorranno di volta in volta condividere.

.

ANTEPRIMA STUDIO DELLO SPETTACOLO “CHEESE!”

serata studio 29 maggio teatro della caduta

Studio teatrale

VENERDì 29 maggio 2015  ore 21

Caffè della Caduta
Via Bava 39, Torino
Ingresso libero

 

L’Associazione Scarpette Rosse propone una serata di studio teatrale su frammenti sostanziali e significativi del nuovo spettacolo in preparazione: “Cheese!-La strada è libera” (titolo provvisorio).

Un monologo in fase sperimentale, recitato da Federica Tripodi, sul tema della psicogenealogia, per esplorare i misteri dell’albero genealogico, gli irretimenti familiari che esso comporta e per provare a rispondere agli enigmi che ci hanno lasciato in eredità le sfingi di famiglia: le nostre antenate ed i nostri antenati.

Un viaggio iniziatico attraverso una foresta incantata, o selva oscura, che di volta in volta si trasforma in scenari e paesaggi diversi, fantasticamente mutevoli. Un non-luogo della coscienza, scevro da pregiudizi e giudizi, dove appaiono entità e presenze, spettri inafferabili, che chiedono solo di ricevere in dono un nome ed essere riconosciuti.

Un monologo che nasce anche dall’urgente bisogno di provare a districare le intricate maglie dei codici, schemi mentali e abitudini prestabilite che ci legano inconsapevolmente alle vite di coloro che ci hanno  preceduto; e anche la necessità di fare una grande festa, dedicata alla strepitosa staffetta di generazioni e generazioni che tramandano un tesoro nascosto…

In questa nuova fase della creazione dello spettacolo, dopo alcuni mesi di prove e improvvisazioni a porte chiuse, per trovare una direzione e raccogliere del materiale teatralmente fertile, nasce in noi l’urgenza di confrontarci con un pubblico dal vivo e interagire con la reazione degli spettatori e la preziosa raccolta di feed-back a fine serata.

Lo scopo è quello di integrare del nuovo e fresco nutrimento all’interno del processo creativo, rendendo quest’ultimo partecipato e pubblico nella sua costante ricerca di universalità, confronto e condivisione.

(Thuline Andreoni)

Recitazione Federica Tripodi
Regia e Dramaturg  Thuline Andreoni
Testo  Thuline Andreoni e Federica Tripodi
Scenografia  Francesco Fassone
Musiche  Marco Amistadi
Luci  Claudio Albano

 

Info e prenotazioni

Caffè della Caduta 0115781467
info@collettivoscarpetterosse.it
3331234272   3488205990